-2°

ULTIME NOTIZIE DA NON PERDERE!

Sport

Windisch: Staffetta nel mirino, rischio e' l'appagamento
Sport

Windisch: Staffetta nel mirino, rischio e' l'appagamento

 
Sciolti dubbi, Pellegrino-Noeckler per Team Sprint
olimpiadi

Pellegrino-Noeckler per Team Sprint

 
Milan: Galliani, Li insolvente? Ha presentato le credenziali
calcio

Galliani: "Li insolvente? No, ha presentato le credenziali"

 
Goggia, in discesa troverò la miglior Sofia
olimpiadi

Goggia: "In discesa troverò la miglior Sofia"

 
Curling: azzurri sconfitti dalla Corea
OLIMPIADI INVERNALI

Curling: azzurri sconfitti dalla Corea

 
Juve vince derby, Napoli resta in vetta
Calcio

Juve vince derby, Napoli resta in vetta

 
Tas conferma, aperta procedura su russo Krushelnitckii
olimpiadi

L'atleta russo di curling Krushelnitckii è positivo al doping: aperta una procedura

 
Coppa Italia, storica prima volta di Torino
BASKET

Coppa Italia, storica prima volta di Torino

 
Federer demolisce anche Dimitrov. Il numero uno sbanca Rotterdam
TENNIS

Federer demolisce anche Dimitrov. Il numero uno sbanca Rotterdam

 

NUOVA SCONFITTA

Lavezzini Basket Parma – Acqua&Sapone Umbertide 58 a 72 (30-32)

Nella decima giornata

Lavezzini Basket Parma – Acqua&Sapone Umbertide 58 a 72 (30-32)
0

Non bastano il cuore e l’orgoglio al Lavezzini Basket Parma per far sua la partita e soccombe in casa per la quarta volta consecutiva per 58 a 72.

Non bastano il cuore e l’orgoglio al Lavezzini Basket Parma per far sua la partita e soccombe in casa per la quarta volta consecutiva per 58 a 72. Quuesta volta l’avversario era Umbertide, diventata una vera e propria bestia nera per le ducali nelle ultime tre stagioni. Coach Olivieri parte con Battisodo in regìa, capitan Franchini, Clark, Maznichenko e Kritscher. Dall’altra parte Serventi risponde con Consolini, Dotto, Robbins, Gemelos e la monumentale Swords. L’inizio è di quelli punto a punto con le ospiti avanti fino alla tripla di Maznichenko al quarto minuto: 7 a 6 Parma. Le “bombe” di Dotto e Gemelos portano l’Acqua&Sapone avanti con decisione fino al 13 a 24 della sirena del primo quarto. Il match sembra già incanalato verso una sconfitta. La formazione umbra è di rango e strutturata per i vertici della classifica ed è in lotta per entrare nelle prime 4 della classifica finale del girone d’andata. Risultato che le permetterebbe di giocarsi la Final Four di Coppa Italia. Al rientro, invece, dopo il primo miniriposo è Parma a farla da padrona e ricuce lo strappo sino al 19 a 24: Consolini e compagne fermano l’avanzata crociata con un timeout. Ma non basta e le parmigiane continuano a recuperare con la tripla di Battisodo ed i canestri di Kritscher: oggi 19 punti per lei e la palma di migliore in campo fra le parmensi. Si arriva al pareggio a quota 28 e poi addirittura al vantaggio, ma negli spogliatoi si scende sul 30 a 32. Ma il Lavezzini è lì a battagliare e se non fosse per alcune decisioni arbitrali davvero sconcertanti si potrebbe giocare la vittoria. Il terzo periodo di gioco è ancora molto equilibrato. Franchini mette un bel tiro da tre punti e Giorgi mette a segno due canestri, ma è ancora Battisodo (oggi 13 punti) a segnare dalla corta e lunga distanza. E quindi passando da un 38 a 40 si arriva all’ultima pausa breve sul 45 a 47. Purtroppo l’inizio dell’ultima frazione è di marca umbra e qui probabilmente si segna la contesa: 47 a 58 in un amen e soprattutto senza Clark, stasera davvero evanescente e confusionaria come mai (soli 3 punti per lei e percentuali da minibasket: 17% da 2. Senza offesa per l’oltre centinaio di piccoli campioncini gialloblù scesi in campo nell’intervallo della gara per la presentazione di tutti i centri minibasket del Basket Parma: una vera festa per loro e per i loro genitori intenti ad immortalare i loro piccoli beniamini con macchine fotografiche e smartphone). Tornando alla gara, la tripla di Crudo (con una maschera sul viso degna di Zorro) mette ancora in dubbio l’esito della gara: 52 a 58 a 4 minuti dalla sirena finale ancora si può fare. Ma qui a fare la differenza sono Consolini e Gemelos con 29 punti in due e due “bombe” che uccidono le speranze dei tanti tifosi accorsi quest’oggi. A far festa son quelli d’Umbertide al suono della sirena. 58 a 72 il punteggio finale. Decisamente fin troppo punitivo per quello visto sul rettangolo di gioco.

Decisiva sarà la trasferta di domenica prossima a Porano per Corbani e compagne che devono smuovere la classifica ferma da quattro giornate. Ultima vittoria a La Spezia. L’avversaria sarà Orvieto che si trova immediatamente dietro in classifica.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

commenti 0