-2°

ULTIME NOTIZIE DA NON PERDERE!

Sport

Short track, argento staffetta con Fontana
giochi invernali

Short track, Italia d'argento nella staffetta con Fontana

 
Serie A, Lazio scavalca Inter al quarto posto
Calcio

Serie A, Lazio scavalca Inter al quarto posto

 
Windisch: Staffetta nel mirino, rischio e' l'appagamento
Sport

Windisch: Staffetta nel mirino, rischio e' l'appagamento

 
Sciolti dubbi, Pellegrino-Noeckler per Team Sprint
olimpiadi

Pellegrino-Noeckler per Team Sprint

 
Milan: Galliani, Li insolvente? Ha presentato le credenziali
calcio

Galliani: "Li insolvente? No, ha presentato le credenziali"

 
Goggia, in discesa troverò la miglior Sofia
olimpiadi

Goggia: "In discesa troverò la miglior Sofia"

 
Curling: azzurri sconfitti dalla Corea
OLIMPIADI INVERNALI

Curling: azzurri sconfitti dalla Corea

 
Juve vince derby, Napoli resta in vetta
Calcio

Juve vince derby, Napoli resta in vetta

 

LAVEZZINI KO

Lavezzini Basket Parma – Saces Mapei Coconuda Napoli 51 a 60 (22-25)

Non riesce l’aggancio in classifica al Lavezzini Basket Parma

Lavezzini Basket Parma – Saces Mapei Coconuda Napoli 51 a 60 (22-25)
0

 

Non riesce l’aggancio in classifica al Lavezzini Basket Parma che si vede sfilare i 2 punti da sotto il naso fra le mura amiche dal Napoli di coach Ricchini. Il risultato finale di 51 a 60 è fin troppo punitivo oltre che scaturito praticamente nei soli minuti finali. Infatti le due formazioni all’ultima minipausa erano in perfetta parità a quota 44. Neanche a farlo apposta è stata una ex a fare la differenza in campo. Tutti però si aspettavano Macaulay ed invece è stata Dacic a prendersi la palma di migliore in campo con 17 punti sullo score e di valutazione. La sola Maznichenko a dir la verità a fatto meglio con 18 di valutazione e 17 dal campo. Ma non è bastata neanche labuona prova di Battisodo in cabina di regìa. Doppia cifra anche per lei, sia sullo score che nella valutazione. Deludenti, purtroppo, l’accoppiata statunitense gialloblù: 12 punti in due e tanti errori.

È subito Napoli che si fa valere sotto le plance e va avanti 5 a 14. Il secondo quarto inizia da un 9 a 17 che lascia ben poco spazio alle recriminazioni arbitrali che pur vi sono state. Però Parma ingrana come un diesel e piano, piano si rifà sotto: 14 a 17, 18 a 19 con una spettacolare stoppata di Battisodo su Striulli. Ma il sorpasso tarda ad arrivare e negli spogliatoi si va sul 22 a 25. L’agognato sorpasso arriva nei primi secondi di terzo parziale grazie a Clark, ma dura poco. Al settimo una nuova fiammata ducale con Maznichenko che infila due triple consecutivamente e c’è l nuovo vantaggio parmense: 40 a 39. Battisodo nel finale di periodo fa la differenza segnando in autonomia fino a chiudere il terzo quarto in parità. Ora ci aspetta la battaglia finale all’ultimo sangue, ma la delusione è dietro l’angolo. Dacic e Bocchetti ingranano la quarta e prendono il gap decisivo ed in pratica la vittoria è in ghiacciaia: 46 a 53. Una nuova “bomba” di Maznichenko rinvigorisce le velleità parmigiane che si applicano in un forcing che produce il fatto che Striulli non supera la metà campo negli 8 secondi concessi, ma il Lavezzini non segna commettendo errori banali ed il match resta saldamente nelle mani delle partenopee: 51 a 60 il finale.

Prima della pausa natalizia il Basket Parma affronterà ancora una trasferta per chiudere il girone d’andata. Sabato 20 alle ore 18 si gioca Fila San Martino di Lupari – Lavezzini.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

commenti 0