-2°

ULTIME NOTIZIE DA NON PERDERE!

Sport

Windisch: Staffetta nel mirino, rischio e' l'appagamento
Sport

Windisch: Staffetta nel mirino, rischio e' l'appagamento

 
Sciolti dubbi, Pellegrino-Noeckler per Team Sprint
olimpiadi

Pellegrino-Noeckler per Team Sprint

 
Milan: Galliani, Li insolvente? Ha presentato le credenziali
calcio

Galliani: "Li insolvente? No, ha presentato le credenziali"

 
Goggia, in discesa troverò la miglior Sofia
olimpiadi

Goggia: "In discesa troverò la miglior Sofia"

 
Curling: azzurri sconfitti dalla Corea
OLIMPIADI INVERNALI

Curling: azzurri sconfitti dalla Corea

 
Juve vince derby, Napoli resta in vetta
Calcio

Juve vince derby, Napoli resta in vetta

 
Tas conferma, aperta procedura su russo Krushelnitckii
olimpiadi

L'atleta russo di curling Krushelnitckii è positivo al doping: aperta una procedura

 
Coppa Italia, storica prima volta di Torino
BASKET

Coppa Italia, storica prima volta di Torino

 
Federer demolisce anche Dimitrov. Il numero uno sbanca Rotterdam
TENNIS

Federer demolisce anche Dimitrov. Il numero uno sbanca Rotterdam

 

SERIE A1

Saces Mapei Coconuda Napoli - Lavezzini Basket Parma 57 a 65 (17-31)

Seconda vittoria consecutiva

Saces Mapei Coconuda Napoli - Lavezzini Basket Parma 57 a 65 (17-31)
0

Super difesa e precisione al tiro le armi vincenti. Maznichenko MVP e Crudo super con 6 su 6 da due.

Exploit Lavezzini Basket Parma che espugna il difficile campo del Napoli sesto in classifica ed in piena lotta playoff scongiurando ulteriormente la possibilità di restare invischiato nella lotta per i playout grazie anche alla contestuale vittoria di Vigarano a Trieste. Con l’eloquente punteggio finale di 57 a 65 le ragazze di coach Procaccini hanno letteralmente sorpreso le padrone con una difesa ferrea ed una precisione al tiro a dir poco devastante. Emblema in attacco è stata sicuramente la “seconda linea” Sara Crudo, entrata più volte a dar man forte alle cosiddette titolari, con un 100 % al tiro da due esaltante. In totale saranno 15 i punti messi a segno da lei. In difesa a far la differenza Kireta e Corbani partita titolare ed autrice di un’ottima prestazione. Ma sono state tutte brave le parmensi con la solita Maznichenko che porta a casa la sua ennesima targa da MVP con 16 punti realizzati e 20 di valutazione. Ma veniamo alla cronaca che vede il Lavezzini annichilire le partenopee con i colpi iniziali di Kireta ed andare subito avanti 2 a 12. La difesa parmigiana è impenetrabile e costringe le campane a tiri forzati che non entrano. Parma è così brava da non permettere nemmeno all’asso Fontanette di segnare: metterà il suo primo canestro solo nel secondo quarto avanzato, mentre il primo periodo termina sul 11 a 16. La Coconuda non riesce proprio a segnare e Ricchini è costretto al timeout al terzo sul 12 a 20. Ma le gialloblù non si fermano ed allungano ancora: 14 a 28 e poi all’intervallo lungo 17 a 31. Marangoni entra e segna due triple, così, come se niente fosse! Buona anche la distribuzione fra tutte le gialloblù ed ottima anche quella dei falli. Nel seocndo tempo ci si aspetta l’arrembaggio delle partenopee ed, invece, sono ancora Franchini e compagne a segnare: 17 a 36 e poi 23 a 41 con la tripla di capitan Franchini. Qui inizia lo show di Crudo, mentre le padrone di casa prendono le misure su Clark e Maznichenko. 35 a 49 alla fine della terza frazione di gioco. Sembra fatta, ma c’è ancora da parare il colpo di coda finale della Dike Napoli che prova a ricucire: 43 a 51 prima e 49 a 56 dopo nonostante la bella “bomba” di Mazinichenko. Mancano ancora tre lunghi minuti e Pastore e Andrade ci credono ancora, ma Giorgi e Clark chiudono la porta in faccia a Macaulay (ex di turno con Dacic e Narviciute mai entrata) e compagne.

Questo successo, come detto, pone probabilmente fine al discorso playout perché ora Trieste dovrebbe andare a vincere a Ragusa. E ciò appare assai improbabile. Quindi la partita di sabato alle 18 al PalaCiti con San Martino Lupari metterà, con ogni probabilità, la parola fine a questa stagione travagliata del Lavezzini che però si sta togliendo alcune importanti soddisfazioni nel finale. Le venete arriveranno a Parma sabato con la fame di conquistare uno storico terzo posto della griglia playoff, Parma dal canto suo potrebbe vincendo guadagnare un’altra posizione in classifica per l’onore e salutare come si deve il proprio pubblico.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

commenti 0